Barbecue e affumicatura

Categoria: Il manuale del barbecue
16 giugno 0 commenti
Consigli utili su come preparare il proprio barbecue adottando la tecnica dell'affumicatura.

Crescono sempre di più gli appassionati del mondo del barbecue che vogliono provare tecniche di cottura diverse dalla tradizionale. Una delle tecniche che più sperimentata è quella dell’affumicatura. Come dice la parola stessa l’affumicatura prevede di trasmettere al cibo che vogliamo cucinare una nota aromatica del fumo.


Per realizzare la tecnica dell’affumicatura è necessario utilizzare una buona materia prima che significa legno di ottima qualità. Ci sono differenti tipologie di legni per affumicatura e, a seconda del barbecue che avete, è necessario scegliere il legno più adatto.


Le Wood Chips sono piccole scaglie di legno ricavate da alberi non trattati. Vengono usate prevalentemente nei barbecue sferici come i barbecue Outdoorchef® sia a gas che a carbone, e nei rettangolari a gas come Dolcevita BBQ. Questi legnetti generano un fumo di media intensità e sono perfetti per barbecue di medie dimensioni.

I legnetti Wood Chips sono disponibili sul nostro sito. Clicca qui 

Il pellet alimentare è costituito da piccoli cilindri identici a quelli utilizzati per il riscaldamento. La grandissima differenza è che vengono realizzati utilizzando alberi non trattati e sono privi di qualsiasi sostanza chimica tossica. Questi vengono utilizzati esclusivamente con i barbecue Traeger®.

I pellet sono disponibili sul nostro sito. Clicca qui 

Ma come bisogna utilizzare i legnetti? Come bisogna settare i barbecue per l’affumicatura?

Logicamente, a seconda del barbecue che avete ci sono differenti legnetti e modi di preparare il barbecue per l'affumicatura:

Affumicare con un barbecue Outdoorchef® a carbonella:

 
Impostiamo il barbecue Outdoorchef® per la cottura indiretta. Basterà posizionare l’imbuto con il foro più piccolo verso il basso.


Successivamente bisogna controllare che le braci siano pronte per posizionare i legnetti per l’affumicatura perché se sono troppo roventi bruceranno i legnetti troppo velocemente e non si otterrà il fumo.Quando le braci saranno ricoperte da una patina bianca allora saranno nella condizione ideale.

A questo punto posizioniamo le chips sulle braci, mettiamo il cibo sulla griglia, chiudiamo il coperchio e apriamo le prese d’aria al massimo per facilitare la combustione e quindi l’affumicatura.



 

Affumicare con un barbecue o un rettangolare a gas Dolcevita:

 
E' possibile utilizzare la tecnica dell’affumicatura anche con i barbecue rettangolari ma per farlo è necessario avere uno smoker box. Lo smoker box è una scatola metallica con dei fori sul coperchio. All’interno di quest’ultima bisogna riporre le chips e posizionarla vicino al bruciatore del barbecue.

Anche in questo caso bisogna impostare la cottura indiretta, quindi bisogna spegnere parte dei bruciatori ( sopra i quali poi posizioneremo il cibo) e accendere gli altri con la temperatura al massimo e posizionare lo smoker box affianco ai bruciatori accesi.

Logicamente, non essendo a contatto diretto con la fonte di calore, l’affumicazione delle chips avverrà più lentamente rispetto a un barbecue a carbonella.

Affumicare con un barbecue a pellet:

 
Traeger® è il marchio top di gamma per quanto concerne i barbecue a pellet. Traeger® ha realizzato diversi tipi di pellet aromatici, ognuno specifico per cibi differenti. Tutti i barbecue traeger, con all’intuitivo pannello di controllo, permettono una regolazione istantanea e facile della temperatura.

Anche la tecnica dell’affumicatura è molto semplificata sempre grazie al pannello di controllo infatti basta posizionare il cibo sulla griglia e accendiamo il barbecue in modalità “smoke”. Il barbecue Traeger® inizierà l’affumicatura e dopo 20 minuti circa si imposterà la temperatura per ultimare la cottura.

Non hai ancora acquistato il tuo BBQ? Clicca qui!

 

Tag: Barbecue
Lascia un commento..
Iscriviti alla newsletter
per non perdere notizie e codici sconto